Monaco di Baviera - 2009/2014

22.12.2014 18:00

Siamo stati a Monaco di Baviera in due occasioni: la prima volta a Pasqua nel 2009 per due notti e tre giorni e in seguito a dicembre 2014 per un week-end per i celebri mercatini di Natale.

La prima volta partendo da Parigi abbiamo preso un volo Air France e la seconda volta sempre da Parigi con Lufthansa, spendendo in entrambi i casi poco più di 200€ in due per l’andata e ritorno, bagagli inclusi. Ma dall’Italia trovate voli diretti anche con Alitalia, Air Dolomiti, Easy Jet o Ryan Air tra le altre compagnie.

Giardino Residenz

A Pasqua abbiamo soggiornato all’hotel Herzog, molto comodo e centralissimo (a due passi dalla Marienplatz, cuore della città). A dicembre abbiamo invece dormito all’hotel Adria,  un po’ più decentrato, ma comunque in meno di dieci minuti a piedi si arriva alla Residenz o al Giardino Inglese, due delle maggiori attrazioni di Monaco. Il prezzo del primo hotel oramai non è più indicativo, nel secondo caso abbiamo speso 80€ per la notte (wi-fi gratuito in tutta la struttura con buona ricezione) ai quali bisogna aggiungere 13€ a persona per la colazione se volete farla in albergo (a dire il vero con ampia scelta e in più l’albergo è in una zona residenziale con poche alternative per la colazione).

Dall’aeroporto potete raggiungere il centro della città con le linee extraurbane della metropolitana: la S1 o la S8, partono entrambe dal Terminal 1 e si alternano, sta a voi decidere quale prendere in quanto raggiungono il centro della città da due lati opposti. Per esempio la prima volta a noi conveniva la S1, la seconda volta la S8. Il costo è relativamente caro: 10.40€ a persona a tragitto. Con 11.20€ a persona avrete il biglietto giornaliero, sapendo che in fondo il centro storico è relativamente piccolo e si gira comodamente a piedi, comunque la differenza di prezzo è così bassa che sta a voi decidere quale biglietto fare (molto dipende anche da dove soggiornate). Più informazioni le trovate sul sito ufficiale dei trasporti pubblici.

Residenz

Per quanto riguarda le guide avevamo con noi la Guida Verde Michelin sulla Germania (buona come sempre con i percorsi), la Lonely Planet sulla Baviera (interessante anche se si vuol fare un circuito in Baviera) e la guida Un grand week-end a Monaco di Baviera (buona con percorsi interessanti in città).

Spesso si ha un’idea preconcetta dei Tedeschi, ma ricordatevi soprattutto che qui siete nel sud della Germania, quindi sono più ospitali (anche perché abituati ai turisti). E comunque bisogna anche sfatare il mito che i Tedeschi sono persone fredde e distanti, per questo basterà entrare in una birreria all’ora di punta per farvi cambiare idea!

Come vi abbiamo già detto il centro storico di Monaco è abbastanza piccolo il che vi permette di girarla comodamente a piedi facendovi godere pienamente della sua bellezza. Come tutte le città tedesche anche Monaco durante la seconda guerra mondiale è stata praticamente rasa al suolo, ma poi per fortuna il suo centro storico è stato ricostruito praticamente come era prima, preservando alcuni monumenti veramente notevoli.

Vista Alto Marienplatz

Ma allora, cosa vedere a Monaco? Come organizzarsi? Partiamo dal presupposto che in tre giorni dovreste riuscire a vedere le cose più importanti, magari tralasciando le cose che sono più esterne e non proprio al centro e sacrificando l’ingresso a certi musei o monumenti. Detto questo se pensate di passarci una settimana riuscirete a vedere tutto, anche le attrazioni più lontane dal centro storico (in quel caso il biglietto dei mezzi pubblici sarà d’obbligo!).

Qui di seguito un elenco (sicuramente incompleto!) delle cose che più ci sono piaciute o che più ci hanno colpito e che a nostro parere non bisogna perdere se decidete di visitare questa bella città.

Cominciamo dalla Marienplatz, il vero centro della città dove si affaccia lo splendido municipio gotico (il Neues Rathaus), vi consigiamo di salire sulla torre dell’orologio da dove si gode di una splendida vista sulla città (e se è bel tempo sulle vicine Alpi). E una delle attrazioni maggiori è proprio l’orologio astronomico che quando si mette in funzione fa scoprire una miriade di personaggi animati con un bel carillon. Non lontano dalla Marienplatz c’è la bella chiesa di San Pietro (Peterskirche):  anche in questo caso potrete salire sulla torre campanaria per avere una bella vista.

Università

Sulla Sendlinger Straße trovate la sorprendente chiesa Asamkirche: il trionfo del barocco! Gia dall’esterno questa chiesa stupisce, infatti è incastonata tra due palazzi e sembra che la sua decorazione interna voglia uscire dalla chiesa. L’interno poi è pazzesco: non c’è un centimetro senza un decoro!

Da non perdere è sicuramente anche la Residenz: la residenza ufficiale dei regnanti di Baviera e soprattutto del Re “folle” Ludwig, colui che ha disseminato la Baviera di incredibili e stupendi castelli (su tutti Neuschwanstein). Subito dietro la Residenz c’è anche un bel giardino.

Vicino la Residenz trovate la replica della loggia della Signoria di Firenze: la Feldherrnhalle, proprio di fronte ad un’altra bella chiesa, la Theatinekirche, con una facciata esterna di un bel giallo ocra intenso.

E poi non bisogna assolutamente perdersi una bella passaggiata negli immensi Giardini Inglesi (gli Englischer Garten): uno dei parchi urbani più grandi d’Europa (se non del mondo). Sono veramente belli, potete trovarci una sala da té giapponese (dove si esegue la tradizionale cerimonia del té), una pagoda cinese in legno trasformata in birreria, un bel tempietto stile greco su una collina da dove ammirare il paesaggio e due bei laghetti in fondo al giardino. Una vera oasi di verde e di pace. E poi all'ingresso dei giardini c'è un'onda artificiale, non crederete ai vostri occhi: dei veri surfer la usano per esercitarsi, muniti di tuta da sub e tavola da surf!

Surfer

E poi non perdetevi una visita a due musei molto importanti della città: la Alte Pinakothek dove troverete un’ottima collezione di pittura e il Deutsches Museum, museo della scienza interessantissimo.

Se volete invece dedicarvi allo shopping vi consigliamo un paio di vie: la già citata Sendlinger Straße e la Kaufingerstrße. Su queste vie si affacciano i marchi più famosi di abbigliamento e la celebre Galeria, un grande magazzino dove troverete di tutto. Sappiate che malgrado tutto i prezzi in Germania sono interessanti.

Per quanto riguarda lo shopping natalizio nei celebri mercatini sappiate che il più famoso si svolge nella Marienplatz all’ombra del bell’albero di Natale. Noi vi consigliamo anche di non perdere quello che si svolge all’interno del cortile della Residenz e quello del Giardino Inglese. In tutti questi mercatini troverete ancora tanti oggettini artigianali in legno o ceramica. E gli immancabili stand gastronomici con i wurstel (Bratwurst), i pretzel o il vin brulé (Glühwein) tra le altre cose. Da non mancare, renderanno il vostro Natale e il vostro soggiorno a Monaco ancor più speciali.

Mercatino Natale

Per quanto riguarda la cucina bavarese vi avvertiamo subito che non è una cucina leggera (come spesso succede nei freddi paesi del Nord Europa). E se siete vegetariani siete nel posto sbagliato! La cucina è soprattutto a base di maiale: stinco, wurstel o cotoletta con patate e krauti, da leccarsi i baffi! E poi i magnifici dolci tedeschi, a base di cioccolata, formaggio o panna (su tutte la Foresta Nera e i Käsekuchen, antenati dei Cheesecake).

E non dimenticatevi che siete nella città dell’Oktoberfest, quindi non ripartite da Monaco senza aver bevuto una buona birra. Per unire la birra e il buon cibo noi vi suggeriamo di fermarvi nella celeberrima birreria Hofbräuhaus (Platzl 9), non ve ne pentirete!

Monaco può essere anche la base per un bel circuito in Baviera, infatti noi contiamo di tornarci proprio per questo motivo, anche perché la Baviera offre molte cose da vedere: paesi e cittadine, laghi e montagne, castelli e paesaggi e tanto ancora (come la buona gastronomia).

Laghetto Giardino Inglese

 

Twitter© 

I viaggi di Misha  

@Viaggi_di_Misha

Instagram© 

IviaggidiMisha

Contatti

i viaggi di misha iviaggidimisha@gmail.com